Il nostro sito utilizza i cookie. Continuando la navigazione del sito se ne accetta l'utilizzo. Per maggiori informazioni sui cookie e su come modificare le impostazioni del browser, si rimanda alla sezione Privacy.

PROTAGONISTI

Felipe Aljure

Regista e sceneggiatore
sarà presente al festival

Nato nella città colombiana di Girardot, ha studiato a Londra 'Arte e tecnche di regia'. Finora ha realizzato due film, La Gente de la Universal (2001) (che sarà proiettato in questa edizione del festival) e El Colombian Dream (2006), che hanno segnato una svolta formale e narrativa nella cinematografia colombiana, ricevendo ampi riconoscimenti dalla critica nazionale e internazionale. 
Per l'evoluzione del cinema colombiano, è stato inoltre decisivo il suo ruolo di fondatore della Direzione di Cinematografia del Ministero della Cultura; successivamente, è stato uno degli estensori della legge 814 del 2003, nota come “legge sui film”, intesa a regolamentare e promuovere l'attività cinematografica nel paese. Sta per uscire il suo terzo film Tres escapularios, che sarà proiettato in anteprima in questa edizione del festival nel marzo 2018.

Carlos Tribiño Mamby

Regista, sceneggiatore e produttore
sarà presente al festival

Sceneggiatore e regista, laureato al Unitec in cinema e nella fotografia e specializzato in regia presso il CECC di Barcellona. Lux Aeterna, il suo primo cortometraggio è stato selezionato in concorso in più di 20 festival e premiato in diverse categorie, e sarà proiettato durante il festival. Il suo primo lungometraggio, El Silencio del Rio (che sarà anch'esso proiettato in questa edizione del festival), è stato il vincitore della borsa di studio per il corso Film Project Development a Madrid e finanziato con fondo per il cinema colombiano e col Fondo Ibermedia nel 2012; il film è stato presentato in anteprima al Festival Internazionale del cinema Cartagena - FICCI nel 2015 ha vinto il premio come miglior film colombiano. Attualmente Tribiño Mamby lavora come partner del produttore cinematografico HotelB Filmes.

Jaime Manrique

Direttore di “Bogoshorts” e distributore di cortometraggi
sarà presente al festival

Fondatore e direttore dei Laboratori "Black Velvet", società di gestione cinematografica integrale. È stato direttore delle comunicazioni e ha lanciato campagne per oltre quaranta film festival e festival cinematografici colombiani, tra cui la FICCI, Festival Internacional de Cartagena de Indias, dal 2011. È fondatore e direttore artistico del Bogotá Short Film Festival / Festival de Cortos de Bogotá - BOGOSHORTS e designer concettuale del movimento BOGOSHORTS.
Creatore ed editore di Pantalla Colombia, bollettino settimanale sulle novità cinematografiche Colombia, di proprietà di Proimagenes Colombia, un'entità di cui è consulente per le comunicazioni digitali per più di 15 anni.
Negli ultimi anni, critico cinematografico per una decina di periodici e attualmente editorialista per la rivista "Esquire". È stato professore di storia del cinema in diverse università: Externado de Colombia, Politécnico Grancolombiano, EAN.

Sara Arango Ochoa

Direttrice della fotografia, docente

Nasce a Medellin, in Colombia. Studia Pubblicità e Arte all’università di Medellìn. All’età di 22 anni si trasferisce a Bogotá e lavora nella agenzia pubblicitaria McCann Erickson, che lascia dopo poco tempo per trasferirsi a Roma dove studia Direzione della Fotografia al Centro Sperimentale di Cinematografia. In seguito torna in Colombia come coordinatrice del settore video nell’agenzia pubblicitaria Leo Burnett Bogotà. Vive a Bogotà alcuni anni, dopodiché torna a vivere a Roma, dove trascorre molti anni lavorando come direttore della fotografia in svariate produzioni. Nel 2013 fonda una società di produzione con sede sia in Italia che in Colombia. Oggi vive in Sardegna ma per motivi di lavoro trascorre alcuni mesi all’anno nella sua città natale Medellìn.

 

Gesuino Némus

Scrittore
Sarà presente al festival

Gesuino Nemus, al secolo Matteo Locci, dopo una vita da migrante in cui ha collezionato per sua stessa ammissione ben 28 mestieri diversi (senza smettere mai di scrivere e tuttavia
senza mai pubblicare), arriva al successo a 58 anni col suo primo romanzo, La teologia del cinghiale, e poi, nel giro di due anni, esce subito con I bambini sardi non piangono mai e Ora pro loco stupendo la critica e i lettori con uno stile “irriverente, originale della voce narrante ma anche per la personalità e le dinamiche degli innumerevoli personaggi”.

Silvia Perra

Regista
sarà presente al festival

Silvia Perra è nata a Cagliari, in Sardegna, nel 1988. Si è laureata in Comunicazione presso la Facoltà degli Studi Umanistici di Cagliari e successivamente diplomata in Regia al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, con Gianni Amelio come docente. Nel 2012 dirige il suo primo cortometraggio Jovid (Bologna Visioni Italiane, Roma Festival Arcipelago) con la quale viene ammessa al Centro Sperimentale di Cinematografia. Come allieva della scuola dirige i cortometraggi Il Bambino (Bologna Visioni Italiane - Primo Premio Fasi) e il saggio di diploma La Finestra (Torino Film Festival, Festival Premiers Plans D’Angers, Tirana International Film Festival, DokuFest in Kosovo, Tbilisi ISFF in Georgia - Premio della Giuria, Festival du Nouveau Cinéma Italien di Tremblay-enFrance - Prix du meilleur court-métrage, Fano Film Festival - Premio della Giuria). Attualmente sta lavorando al suo primo lungometraggio Domina Maris ambientato in Sardegna, una co-produzione Italia-Francia che ha ricevuto il fondo di sviluppo franco-italiano CNC-MiBACT e il fondo di sviluppo della Regione Sardegna.

Enrico Pau

Regista e sceneggiatore
sarà presente al festival

Enrico Pau
Dopo la laurea in Lettere si dedica all’insegnamento negli istituti superiori. Negli anni ‘80 inizia una collaborazione con la sede locale di Radio Rai, scrivendo programmi in coppia con Aldo Tanchis. Le sue esperienze cinematografiche iniziano con una serie di cortometraggi che vengono presentati a vari festival e trasmessi da Rai 3. Il suo esordio nel lungometraggio avviene nel 2001, quando scrive e dirige Pesi leggeri, ispirato a un suo documentario dal titolo Storie di pugili. Del 2006 è invece Jimmy della collina, sceneggiato dal regista partendo da un’opera breve di Massimo Carlotto. Per questo film vince il Premio della giuria al Festival di Locarno. L'accabadora, coproduzione internazionale tra Italia e Irlanda, è il suo terzo lungometraggio, che verrà proiettato al festival.

Antonella Puddu

Attrice, regista
sarà presente al festival 

Laureata in lettere, esperta di lingua e cultura sarda. Studia col mimo messicano Sigfrido Aguilar, con l’attore argentino Coco Leonardi, con l’attrice
polacca Rena Mirecka: tutto in Sardegna. Alterna teatro a cinema (il pluripremiato Sinuaria, corto finalista David di Donatello 2015) e molta radio (Radio Iglesias con due programmi in sardo). Fonda insieme a Riccardo Pittau l’associazione Terra delle O con cui crea spettacoli bellissimi che girano pochissimo. Le piace inventare e ha inventato un Fotoromanzo. È andata a Marradi a vedere la casa dove è nato Dino Campana. Scorpione, sua zia Lella le ha trasmesso la passione per i cappelli, predilige il verde.
Coordina l'incontro dell'8 marzo 2018 a Oristano (17h30 - Centro Servizi Culturali UNLA) “La donna e il mestiere del cinema in Sardegna”, con la presenza di professioniste del mondo del cinema sardo.

Pietro Mereu

Regista, sceneggiatore e produttore
sarà presente al festival

Nato a Lanusei, dopo aver lavorato nell'azienda di famiglia si trasferisce a Milano nel 1999, dove si diploma in sceneggiatura alla Civica Scuola di Cinema nel 2003. Dal 2004 al 2006 lavora a fianco di Piero Chiambretti come autore nel programma Markette. Nel 2007 si trasferisce a Roma, dove lavora nell'ambito delle pubbliche relazioni per l'emittente televisiva T9.
Ritornato in Sardegna nel 2010, realizza il documentario Disoccupato in affitto, poi distribuito al cinema nel 2012 ottenendo un buon successo di critica e di pubblico, e la webserie Culurgiones mon amour (2013).
Tornato nuovamente a Milano nel 2014, fonda nel 2015 la casa di produzione ILEX Productions, per cui realizza Il club dei centenari, documentario dedicato ai centenari dell'Ogliastra. Nel 2017 realizza I manager di Dio, documentario a puntate sulla regola benedettina applicata ai moderni metodi di gestione aziendale. Nel 2016 recita come attore nel film Gli amici di Freddy (regia di Bepi Vigna).
Il suo ultimo documentario Il clan dei ricciai (in programma a terre di confine filmfestival nel marzo prossimo) è stato nella lista dei candidati al Davide di Donatello 2018.

Salvatore Mereu

Regista e sceneggiatore
sarà presente al festival

È nato a Dorgali, in provincia di Nuoro, nel 1965. Ha studiato cinema all'Università di Bologna presso la Facoltà di Lettere e Filosofia e successivamente presso la Scuola Nazionale di Cinema, dove nel 1997 ha conseguito il diploma in regia. Come allievo della scuola ha realizzato due cortometraggi: Prima della Fucilazione (Sacher festival, Locarno, Torino) e Miguel (Clermont Ferrand, Annecy, Bologna ‘Visioni Italiane’ premio Axelotil). Nel 2003 gira il suo primo lungometraggio, Ballo a tre passi, premiato alla Settimana Internazionale della Critica alla LX Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia e con il David di Donatello per il migliore regista esordiente. Il suo secondo film, Sonetaula, è presentato alla Berlinale 2008 nella sezione Panorama, e vince tre Globi d’oro tra cui il Gran premio della stampa estera. A seguito di un’esperienza scolastica con gli allievi di due scuole medie della città di Cagliari, nel 2010 nasce Tajabone, presentato alla LXVII Mostra di Venezia. Bellas mariposas, tratto dall’omonimo racconto postumo di Sergio Atzeni (Cagliari, 1952 – Isola di San Pietro, 1995) è il suo quarto lungometraggio. Nel 2006 ha fondato la casa di produzione VIACOLVENTO, con la quale ha coprodotto Sonetaula e prodotto Tajabone, Asse mediano di Michele Mossa e Bellas mariposas.

Mariagrazia Perria

Sceneggiatrice, regista, docente
sarà presente al festival

Diplomata in Animazione teatrale alla scuola del Piccolo Teatro, ha lavorato per molti anni in televisione occupandosi all’interno del “Gruppo Ottanta” di prodotti per ragazzi, principalmente per il format Bim Bum Bam, scrivendo i testi. Ha scritto prodotti seriali e sitcom. Dagli anni ’90 si è occupata di cinema, aprendo una sua casa di produzione, la Fuori Formato, con cui ha realizzato prodotti indipendenti di giovani autori. Ha insegnato sceneggiatura presso il Politecnico di Milano, l’Università IULM, la Scuola Holden di Torino. Dal 2002 insegna alla Scuola di Cinema di Milano. Nel 2017 è co-regista, co-sceneggiatrice e co-autrice del soggetto del film dedicato ad Antonio Gramsci Nel mondo grande e terribile, che verrà proiettato al festival.

Mario Piredda

Regista
sarà presente al festival

Originario di Badesi, è nato a Sassari nel 1980. Nel 1999 si trasferisce a Bologna dove lavora free-lance come regista, operatore e montatore video e si laurea al DAMS, indirizzo cinema. Nel 2002 fonda in collaborazione con l’associazione Citoyens la prima televisione di strada italiana, OrfeoTV, dando vita al fenomeno delle Telestreet. Nel 2005 vince il concorso “AVISA” (Antropologia Visuale in Sardegna) promosso dall’ISRE e gira il cortometraggio Il Suono Della Miniera in 35mm. Ha lavorato e contribuito alla realizzazione di numerosi cortometraggi, documentari, videoclip e servizi televisivi. E’ parte di Elenfant Film, associazione di produzione indipendente bolognese, con cui nel 2010 ha diretto il cortometraggio Io Sono Qui: vincitore del concorso “Storie di Emigrati Sardi” e in cinquina ai David di Donatello nel 2011, ottiene una settantina di premi ed entra in selezione ufficiale in molti festival del cinema nazionali ed internazionali. Nel 2011 dirige Los aviones que se caen a l’Havana, Cuba, che vince numerosi premi in tutto il mondo. Nel 2011 è co-regista del documentario musicale Cervelli in fuga, distribuito in Italia in 80 sale cinematografiche. Nel 2015 dirige il doc Homeward, girato in Cambogia. Nel 2017, il suo corto A casa mia vince il David di Donatello per il Miglior Cortometraggio Italiano 2017. Il suo ultimo corto è Nina (episodio di 13.11, una serie prodotta da Elenfant Film in uscita su RepubblicaTV).

Bepi Vigna

Scrittore, sceneggiatore, regista
sarà presente al festival

Nato a Banuei in Ogliastra, vive a lavora a Cagliari. È uno dei creatori di alcune popolari serie a fumetti pubblicate da Sergio Bonelli Editore, come Nathan Never, Legs Weaver e Asteroide Argo. Ha scritto testi anche per Dylan Dog, Martin Mistère, Zagor, Topolino. È il direttore del periodico on-line Teorema (rivista sarda di cinema) e direttore artistico del Festival Internazionale NUES - Fumetti & Cartoni nel Mediterraneo.
Nel 2010-11 è stato direttore artistico della VI edizione di terre di confine filmfestival (insieme a Antonello Zanda, Tore Cubeddu, Elisabetta Randaccio e Carlos Cardini). Nel 2017 ha scritto e diretto il cortometraggio d’animazione Nausicaa - l’altra Odissea (con i disegni di Andrea Serio), evento speciale d’apertura di SIC@SIC alla 32a Settimana Internazionale della Critica della 74a Mostra Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia.

Ignazio Figus

Regista, fotografo, antropologo
sarà presente al festival

Vive e lavora a Nuoro. Formatosi nella produzione documentaristica presso l'Istituto Superiore Regionale Etnografico, dove lavora dal 1987 (attualmente è responsabile del settore Produzione Audiovisuale e Promozione), ha curato l'attività audiovisiva istituzionale dell'Ente firmandone la fotografia e il montaggio. Dopo il documentario Giorni di Lollove, incentrato sulla descrizione di momenti festivi e di vita quotidiana della piccola frazione di Nuoro dirige, nel 1997 Il Lino a Busachi sulla produzione e lavorazione del lino nel piccolo centro del Barigadu, nel 2000 Toccos e Repiccos - Campanari in Sardegna che si propone di documentare quanto ancora resta
in Sardegna del mondo dei campanari, nel 2004 Dogon in Barbagia, la singolare cronaca della permanenza di un gruppo di danzatori e musicisti Dogon a Mamoiada e nel 2008 Brokkarios - Una famiglia di vasai che descrive la vicenda umana e professionale di una famiglia di ceramisti che vive e opera a Siniscola. Alcune collaborazioni esterne all'ISRE hanno dato luogo a significative produzioni tra le quali si ricordano Il racconto dei nuraghi (Centro Studi Culture Mediterranee - 1997), Mario Delitala, l'armonia totale dell'arte (ISRE - Ilisso - 1999), Giuseppe, pastore di periferia (condiVisioni – 2004, Trittico Pastorale (condiVisioni – 2008) e Il Coraggio e la Poesia (Comune di Ittiri/Ass.ne Pro Loco di Ittiri - 2010). Attualmente sta lavorando alla realizzazione di un progetto filmico sull'alimentazione sostenibile.

Daniele Maggioni

Regista, sceneggiatore e produttore
sarà presente al festival

Lavora nel cinema dai primi anni Ottanta, principalmente a Milano, laureandosi in Architettura al Politecnico e in Regia alla Scuola di Cinema. Con Luca Bigazzi e Silvio Soldini ha fondato la società Monogatari operante dagli anni ’80 fino al 2000.
Ha prodotto numerosi documentari e una decina di lungometraggi  tra cui L’aria serena dell’ovestUn’anima divisa in due (Coppa Volpi Festival di Venezia), Le acrobatePane e Tulipani (David di Donatello 2000, Festival di Cannes) per la regia di S. Soldini,  Forza Cani e Come l’ombra per la regia di M. Spada. Ha scritto la sceneggiatura dei film di M. Spada Come l’ombra (Festival di Venezia ) e Il mio domani (Festival di Roma) e diretto Tutto bene (Filmmaker 2011 Sulmona 2011) e Absolute Beginner (Filmmaker 2013 Sardinia film fest 2014 Valdarno Fice 2014). Per dieci anni ha diretto la Scuola di Cinema di Milano e insegnato cinema in diverse Università. Ha pubblicato una monografia su Joris Ivens (con S. Cavatorta) per il Castoro Cinema, il manuale Professione Filmmaker (1997) per Mondadori e Il filmmaker digitale (2008) per Hoepli. Vive e lavora a Cagliari.

Lucia Cardone

Docente

Insegna Storia e critica del cinema e Paesaggi audiovisivi al Dipartimento di Scienze Umanistiche e Sociali dell’Università degli Studi di Sassari. Si occupa di cinema italiano, delle sue intersezioni con le altre arti e con la cultura e l’immaginario popolare, soprattutto nella prospettiva dei Women’s Studies. Ha pubblicato numerosi saggi e volumi fra i quali «Noi donne» e il cinema. Dalle illusioni a Zavattini (2009) e Melodramma (2012). Recentemente ha curato con Cristina Jandelli e Chiara Tognolotti Storie in divenire: le donne nel cinema italiano, numero monografico di I Quaderni del CSCI (11, 2015). Dal 2014 ha ideato il Forum Annuale delle Studiose di Cinema e Audiovisivi ed ha fondato, con Mariagrazia Fanchi, la collana FAScinA, presso le Edizioni ETS di Pisa, dedicata ai Women’s Studies di ambito cinematografico.

Roberta Aloisio

Direttrice di produzione
sarà presente al festival

Ha vissuto per sette anni in America Latina, in particolare tra Messico, Bolivia, Perù, Colombia, Brasile ed Amazzonia. Ha partecipato ai principali eventi mondiali dedicati all’ambiente e al sociale come il World Social Forum in Venezuela 2007, in Brasile 2009, in Senegal 2011, alla conferenza sui Diritti della Madre Terra in Bolivia 2010 e al COP16 2010 (vertice Onu sul cambio climatico in Messico). Ad ognuno degli eventi ha partecipato come stampa internazionale collaborando alla realizzazione di video documentari, alcuni di essi per il Di.co.Spe di Roma. Ha realizzato un progetto di interscambio culturale tra la Sardegna e le Ande attraverso la produzione di un documentario che testimonia la storia di vari personaggi delle due regioni e uno dedicato al tema dell'immigrazione, realizzato tra la Sardegna e il Senegal. Negli ultimi anni ha svolto professionalmente attività nel campo dell'organizzazione della produzione cinematografica e della formazione.

 

Sergio Scavio

Regista, docente di regia
sarà presente al festival

Nato a Sassari nel 1976, laureato in giurisprudenza, è un operatore culturale specializzato in eventi cinematografici. Ha insegnato Storia del Cinema presso il corso di Scienze della Comunicazione dell’ Università di Sassari ed è organizzatore di numerosi festival cinematografici, tra cui Pensieri e Parole presso l’isola dell’Asinara, il Rebeccu Film Festival e il Doc SS – Festival del Cinema Urbano di Sassari. Dopo aver maturato un’esperienza pluriennale di insegnamento presso masterclass e corsi mirati, ha istituito nel 2015 con Gianni Cesaraccio, Renato Quinzio e Sara Arango la Scuola Civica di Cinema di Sassari, la prima, in questo settore, in Sardegna. Ha collaborato alla rivista online Cinemecum con la rubrica Cinema e DVD. È tra i soci fondatori dell’ Associazione cinematografica sassarese Nuovo Aguaplano.

 

Bonifacio Angius

Regista, sceneggiatore e DoP
sarà presente al festival

Nato a Sassari il 12 giugno 1982. Regista, sceneggiatore e direttore della fotografia, ha frequentato corsi specialistici in Italia e all’estero, tra cui la New York Film Academy e il corso di regia cinematografica presso il “Centro di studi Cinematografici della Catalogna”. I suoi cortometraggi sono stati presentati e hanno vinto premi in numerosi festival internazionali. Nel 2011 realizza saGràscia, film di studio completamente autoprodotto che riceve giudizi lusinghieri da parte di critica e pubblico. Nel 2014 dà alla luce Perfidia, lungometraggio presentato in Concorso Internazionale al 67° Festival del Film di Locarno. Sta ultimando il suo secondo lungometraggio Ovunque Proteggimi.

Andrés Santamaria

Fotografo, videomaker

Studia Cinema e Fotografia a Bogotà, Colombia. Lavorando come tecnico del cinema e assistente alla fotografia, si specializza nell’uso di camere analogiche (35mm, 16mm e 8mm). Nel 2001 si trasferisce a Barcellona dove frequenta il Master in Documental de Creación presso la Universitat Pompeu Fabra. A Barcellona approfondisce l’uso e la varietà delle tecniche video e fotografiche come strumenti di ricerca e di sviluppo per progetti innovativi (fotografia stenopeica, camera oscura, cianotipia, montaggio, costruzione artigianale di camere stenopeiche).

Alfredo Soderguit

Regista di animazione, illustratore

Nato a Rocha, in Uruguay, nel 1973. Illustratore con una grande passione per la narrazione grafica, il cinema e il fumetto. Ha lavorato per oltre dieci anni come illustratore di letteratura per bambini per diversi editori come Sudamericana e Santillana.
Ha illustrato più di quaranta libri pubblicati in Uruguay, Argentina e Norvegia, tra cui "Anina Yatay Salas" di Sergio López Suárez (Ediciones Santillana), "L'incredibile avventura di Gonzalo e la feroce vacca" di Federico Ivanier (Editoriale Sudamericana), "Los cazaventura", una raccolta di sei volumi di Helen Velando (Ediciones Santillana), "Historias de magos y dragones" di Fernando González (Ediciones Santillana) e "A cold as there few" di Magdalena Helguera (Ediciones Santillana).
Nel 2003 ha realizzato un laboratorio di specializzazione in direzione artistica presso la Escuela de Cine del Uruguay. Due anni dopo fonda lo studio di animazione "Palermo", insieme ad Alejo Schettini, direttore dell'animazione di Anina (che sarà proiettata al festival), con il quale fino ad oggi hanno realizzato diverse opere di produzione di cartoni animati.

Margherita Pisano

Regista, ricercatrice urbana, documentarista

Si occupa di tematiche legate al diritto alla città, alle pratiche di trasformazione della città dal basso e alle potenzialità dell’uso delle arti audiovisuali nell’interazione con i territori. Ama giocare con le discipline e sperimentare continuamente ricerche e azioni che producano narrazioni capaci di rimettere al centro le persone con le loro vite, i loro corpi, le loro fragilità e la loro forza. Nel 2011 realizza Good Buy Roma, il suo primo documentario selezionato in numerosi festival (Bellaria FF, Festival de Uruguay, Addis IFF, FESTIVAL INTERNATIONAL DU CINÉMA DES PEUPLES ÂNÛÛ-RÛ ÂBORO) e vincitore di numerosi premi (Mention of the Jury at VFF2011, Audience Award at Docucity 2012, Prize Kino at Mediterraneo FF). E’ dottoressa di ricerca in studi urbani e tra il 2009 e il 2012 ha fatto parte del collettivo di arte e ricerca urbana Stalker/ON. Nel 2014 è fondatrice del collettivo artistico e laboratorio di ricerca “L’ambulante” che, attraverso iniziative culturali e di ricerca urbana utilizza il cinema come strumento di narrazione e come luogo di aggregazione.

Emanuele Contis

Musicista, compositore e sound designer
Sarà presente al festival

Nato a Samassi. Master in composizione di musica per Film, TV e Videogames al Berklee College of Music. CEO e co-fondatore di INDÒRU - Boutique del Suono, ha scritto musica originale per film, serie tv, documentari, cortometraggi (tra cui “Buio” e “Grazie a te” di Jacopo Cullin), pubblicità e installazioni sonore. Ha composto ed arrangiato musiche per Banda Sinfonica e Quartetto Jazz, eseguendoli in prima assoluta con il suo quartetto ‘Aghera, con la Banda Lao Silesu di Samassi e Paolo Fresu, special guest, alla tromba.

Andrea Granitzio

Musicista, compositore. orchestratore
Sarà presente al festival

Master Degree e PhD in Composizione al Royal Birmingham Conservatory (UK). Applica lo studio del suono, e dei suoi effetti su cognizione ed emozioni, allla scrittura di musica originale per immagini.

Massimo Loi

Regista

Nasce a Milano ma vive e cresce in Sardegna fino a 18 anni, dove realizza due cortometraggi. Si laurea in scienze della comunicazione a 24 anni e in quel periodo realizza due cortometraggi, un mediometraggio e un documentario. Dal 2005 lavora come assistente alla regia su film per il cinema, serie tv, spot e videoclip musicali.

Carlos Hernández

Regista

Regista di cinema e televisione, laureato alla Escuela Internacional de Cine y TV de San Antonio de los Baños, Cuba, nel 1993 y con studi in comunicazione all'Universidad Externado de Colombia (1990). Specializzato in sceneggaitura e regia alla scuola di San Sebastián, España (1994. Ha lavorato per la TV sia in campo documentario che nella fiction e in pubblicità. Con la sceneggiatura di Marina la esposa del pescador (che è in programma al festival) ha vinto il bando del Fondo para el Desarrollo Cinematográfico de Colombia.

Aseneth Suárez Ruiz

Regista, production designer

Ha studiato produzione e regia all'ESCAC di Barcellona, dove ha co-diretto il documentario "Un día más" (2002) ed è stata assistente alla produzione del documentario "270 Miles to Graceland: Bonnaroo" (2003) di Danny Clinch. Ha vinto il bando PARES dall'Unione Europea con i fondi del quale ha realizzato il documentario "Mujeres en la Cumbre" (2009). Ha realizzato il design di produzione e la produzione generale nella pluripremiata serie di documentari "Banderas en Marte" ed è stata la regista/cameraman della serie di documentari "Voces de Familia". Attualmente collabora con il socio Andrea Said nello sviluppo di progetti audiovisivi nella sua compagnia Maquina Andante.

William Vega

Regista

Comunicador Social, specializzato in sceneggiatura per cinema e televisione. Ha lavorato come regista e produttore associato in progetti cinematografici e televisivi. È il regista de
La Sirga (2012), proiettata per la prima volta alla Quinzaine des realizateurs di Cannes. Ha diretto i cortometraggi Simiente (2011) e Santiamén (2016). Attualmente è in fase di
postproduzione del suo lungometraggio "Sale".

Patricia Ayala Ruiz

Regista audiovisivo, giornalista e docente

Vincitrice del sostegno del Fondo per lo sviluppo cinematografico con il progetto di lungometraggio Don Ca nel 2010.
Per cinque anni consecutivi è stata general manager e coordinatrice dell'International Documentary Show ed è stata membro del comitato di selezione della Muestra Internacional Documental in diverse edizioni.
Nel 2008 ha ricevuto una borsa di studi per la creatività da parte del Ministero della Cultura Colombiano. Ha partecipato come regista ospite nel documentario Tierra de Agua, una coproduzione tra Señal Colombia e il canale internazionale ITVS. Ha una vasta esperienza in televisione culturale non commerciale ed è stata docente in diverse università del paese.

Carlos César Arbeláez

Regista, sceneggiatore

Ha diretto e sceneggiato Los colores de la montaña, il suo primo lungometraggio di finzione (che sarà proiettato al festival), con il quale ha vinto importanti premi nel circuito dei festival internazionali, tra cui il Kutxa-New Directors Award del Festival di San Sebastian (premio assegnato per la prima volta ad un colombiano). Ha diretto più di una dozzina di documentari per la televisione. Nel settembre 2015 ha ricevuto un riconoscimento dalla Universidad Autónoma Latinoamericana per il suo contributo alla cultura colombiana, e sta attualmente sviluppando il suo prossimo film, Flores for James, per il quale ha già ricevuto il sostegno di Fiction Script Writing, dal Fondo per lo sviluppo cinematografico (FDC) nel 2015.

Ale Damiani

Designer industriale, pubblicitario e post-produttore

Traendo frutto dalle tre discipline in cui si è specializzato, è diventato un regista pubblicitario affermato, specialista in visual FX e motion design. Potenza visuale, sensibilità estetica, efficacia narrativa, regia degli attori, abilità tecniche, input creativo e tanto lavoro costituiscono il cocktail che Ale Damiani usa in tutti i suoi progetti.

Juan Andrés Arango

Regista, sceneggiatore e DoP 

Ha lavorato nella sua nativa Colombia e in Canada, dopo aver frequentato il programma di scambi della Concordia University presso la Scuola di Cinema e Televisione dell'Università Nacional de Colombia. Nel 2003 ha iniziato gli studi di master in cinematografia presso l'Università di Barcellona (ESCAC) e ha continuato a lavorare ad Amsterdam. La sua prima fiction, La Playa DC, ha vinto diversi premi tra cui la Fiction Feature del Colombian Film Development Fund per lo sviluppo della sceneggiatura e sovvenzioni di post-produzione di Fond Sud Cinéma e dell'Huber Bals Fund. Presentato in prima mondiale alla sezione Un Certain Regard a Cannes, nel 2012, è stato proiettato in più di 80 festival in tutto il mondo, ha vinto numerosi premi ed è stato selezionato per rappresentare la Colombia agli Oscar nel 2014. X500 è il suo secondo lungometraggio.

Ferruccio Goia

Regista
sarà presente al festival 

Dopo la laurea in studi cinematografici gira nel 2008 un documentario sulla pasqua ortodossa in Romania, Domenica dei fiori, presentato al festival 'Jean Rouch' di Parigi e premiato come miglior documentario al 'Lago FF'. Nel 2012 realizza My Private Zoo, un film sulla condizione post apartheid nelle township del Sudafrica, partecipando a molti festival tra cui 'Visions du reel' e 'Festival dei Popoli'. Dal 2013 al 2015 lavora come videomaker per le Nazioni Unite nella missione
Mare Nostrum e nelle zone di guerra in Ucraina. Nel 2017 produce Enjoy the Ride, un resoconto personale e visionario sul salvataggio dei migranti nel canale di Sicilia.

Marta Anatra

Artista visiva, autrice di documentari e montatrice
sarà presente al festival 

Laureata all'Accademia di Belle Arti di Firenze, Master in Cinema Documentario all’Università di Aix Marseille. Abita in Francia dal 2014. Ha portato a termine tre cortometraggi: il primo con il supporto del concorso Cinema racconta il lavoro della Cineteca Sarda, e il secondo con un premio della Fondazione Banco di Sardegna. 
Il suo terzo cortometraggio è realizzato e prodotto in Francia con il supporto del Film Femme Mediterranée. I suoi film sono stati distribuiti al SIEFF ed ISREAL di Nuoro, al NYCIFF di New York e al FFM di Marsiglia. Attualmente lavora come montatrice.

Matteo Pianezzi

Regista, attore e sceneggiatore
sarà presente al festival

Nato nel 1981, cresce in Sardegna a Olbia e si diploma alla Scuola del Teatro Blu di Roma diretta da Beatrice Bracco. Come attore ha partecipato fra gli altri ai film
L’estate di Martino, opera prima di Massimo Natale e Ti Stramo di Pino Insegno e Gianluca Sodaro. Con Piume di Adriano Giotti, vince il premio Amnesty International al Giffoni Film Festival 2014. Col tempo sviluppa la sua passione per la scrittura e realizza diverse sceneggiature tra cui Love sharing, opera prima
di Monica Scattini. Scrive e dirige numerosi videoclip musicali e cortometraggi tra cui Smile, corto con cui riceve più di ottanta riconoscimenti a livello mondiale. Il suo cortometraggio Waiting for (2016), prodotto da Diero e selezionato per Visioni Sarde 2017,  è stato acquistato da FRANCE 3 e verrà trasmesso in esclusiva sul territorio francese. Attualmente sta sviluppando due lungometraggi di futura realizzazione.

Gaetano Crivaro

Regista
sarà presente al festival

Nato a Crotone nel 1983, frequenta la Scuola di Cinema Documentario Sentieri Selvaggi. Trasferitosi nel 2008 in Spagna, realizza insieme a Mario Romanazzi I Love Benidorm, vincitore, nel 2010, del Premio del Pubblico al Festival DocumentaMadrid. Nel 2011 il suo documentario Good Buy Roma è selezionato al Bellaria Film Festival e ad Ânûû-rû Âboro in Nuova Caledonia. Nel gennaio 2012 partecipa alla realizzazione del film Demonstration con Victor Kossakowsky. Il progetto per un film La Peste viene selezionato per il laboratorio di sviluppo “In Progress” organizzato dal Milano Film Network. Nel 2015 realizza in Sicilia il progetto Il Borgo Analogico, installazione urbana attraverso la fotografia stenopeica. Realizza laboratori di cinema (in particolare sul videoritratto) ed è socio fondatore dell’Associazione L’Ambulante con sede a Cagliari che si occupa di cinema, arte e ricerca urbana prevalentemente al sud: (Passu Passu, Sardegna, Il Borgo Analogico, Sicilia, Teatri Diffusi, Basilicata). Nel 2015 realizza il documentario El Vagon (19') (Primo Premio Visioni Sarde 2016; selezionato a Visioni Italiane, Bologna 2016; Secondo Premio Documentario, Catone Film Festival, 2016) e nel 2016 il documentario Radio Migrante (48').

Emanuela Cau

Artista
in mostra al festival a Solarussa

Nasce professionalmente come attrice teatrale e cinematografica. Regista, si è anche occupata di montaggio e scrittura cinematografica. Da anni porta avanti una ricerca su archivi fotografici sul web, catalogando frammenti e immagini che immette in un flusso continuo di spunti, rimandi, rispecchiamenti, plurime identità. Il suo lavoro è stato molto influenzato da artisti come Maya Deren, Diana Arbus, Jan Saudek, Francesca Woodman, Duane Michals, Irina Ionesco, David Lynch, Laura Farneti, Pina Bausch, Krzysztof Kiesloski.
I lavori proposti nella sua personale a terre di confine filmfestival sono il frutto di una ricerca fotografica interiore sull’autorappresentazione.

Enrico Spanu

Regista e montatore
sarà presente al festival

Nato a Cagliari nel 1963, è stato uno degli animatori della storica emittente cagliaritana Radio Flash ed ha diretto numerosi festival musicali di respiro internazionale. Ha collaborato con il quotidiano La Nuova Sardegna nella pagina Cultura e Spettacoli e come programmista ed esperto musicale con la RAI. Ha curato la regia di numerosi spot pubblicitari e filmati istituzionali per importanti aziende internazionali come Tiscali e per alcune tra le più importanti realtà imprenditoriali sarde (San Giuliano, Argiolas Vini). Ha inoltre realizzato numerosi documentari a carattere sociale e naturalistico, come le tre docufiction scritte e realizzate per conto dell’Acquario di Genova. Nel gennaio 2008 ha firmato la regia dello spot TV per il Banco di Sardegna vincitore dell’AD SPOT AWARD 2008, rassegna internazionale dedicata alle produzioni pubblicitarie. Nel 2012 ha firmato la regia dello spettacolo teatrale È colpa tua di e con lo scrittore Francesco Abate. Alla fine del 2016 ha prodotto e diretto il documentario Luogo Comune.

Gianluca Mangiasciutti

Regista

Nato a Roma, lavora e vive a Roma come assistente alla regia dal 2005, su film per il cinema, serie televisive, spot. Dal 2010 ha diretto tre cortometraggi, uno spot e un videoclip musicale..

Antioco Floris

Docente di cinematografia
sarà presente al festival

Professore associato di discipline cinematografiche (Cinema, fotografia, televisione – L-ART 06) presso il Dipartimento di storia, beni culturali e territorio dell’Università di Cagliari e docente di Linguaggi del cinema, della televisione e dei new media nel corso di laurea in Scienze della comunicazione e di Linguaggi dell’immagine nel corso di laurea in Scienze della formazione primaria. È direttore del master interateneo (Cagliari e Sassari) per Filmmaker, membro del collegio di dottorato in Storia, Beni culturali e studi internazionali e fa parte dello staff del Rettore in qualità di responsabile scientifico e tecnico del Gruppo di lavoro per la comunicazione e
l’orientamento.

Carlo Costantino Licheri

Regista e sceneggiatore
sarà presente al festival

Nato a Nuoro nel 1989. Laureato in Scienze Politiche presso l’Università di Cagliari, ha studiato Regia Teatrale presso la Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi di Milano, Regia e Sceneggiatura cinematografica presso la scuola Tracce Snc di Roma. Tra i suoi ultimi lavori: il cortometraggio Pezzi di Madre (2015); il cortometraggio documentario Storie di Migrantes (2016, Premio del pubblico allo Skepto International Film Festival 2017), realizzato con Alessandro Aramu.

Nicola Contini

Regista, sceneggiatore
sarà presente al festival

Nasce nel 1978 a Oristano. Laureato con una tesi dal titolo Vietato non Toccare. Percezione e fruizione dell’arte nelle persone non vedenti all'Università degli Studi di Siena, frequenta DOC UT DES, corso di formazione per registi di cinema documentario promosso dal Festival dei Popoli di Firenze; frequenta poi il Master in Teoria e Pratica in Cinema Documentario all'Universitat Autonoma di Barcelona. Nel 2016 è vincitore della 1a edizione del premio Migrarti con il progetto Asi stanala Siena/Buongiorno Restelica, presentato al Festival di Venezia e alla Festa del cinema di Roma. Sempre nel 2016 conclude Il segreto delle calze (finalista al Premio Solinas 2012 per la scrittura cinematografica con il progetto Il ritorno a casa/The Secret behind the stockings) co-prodotto da ARTE ZDF e con il sostegno di MEDIA e Toscana Film Commission e selezionato a festival quali Biografilm e Visioni Italiane. Nel 2014 cura la regia di vari corti sotto la direzione artistica del regista S. Mereu per il progetto Giovani e Sviluppo Rurale di 8 Gal della Sardegna Centro-meridionale;  la regia e il montaggio di Huellas, un documentario sul fotografo Humberto Rivas; Zingarò, soggetto vincitore del 1° premio al concorso “Il Cinema Racconta il Lavoro” 2010-11; La chiave, cortometraggio musicale realizzato con i ragazzi di seconda generazione di Siena, finanziato dal Ministero della Gioventù e dalla Regione Toscana; La superficie delle cose, corto vincitore al TerradiSiena Film Festival; Marie-Maria, doc realizzato nell’ambito del premio "Storie di emigrati sardi" promosso dalla FASI e dalla Cineteca Sarda-Umanitaria; Op.1207-x, doc vincitore a Sección Nueva Autoría, Festival Internacional de Cine de Catalunya-Sitges e premiato in altri festival internazionali; 24 for p.s., doc sulla figura della proiezionista cinematografica trasmesso da Current TV.

Harold De Vasten

Regista, sceneggiatore, attore

Nato in Colombia, Harold De Vasten è uno dei fondatori di “Cine Minga”, società di produzione cooperativa che ha come scopo quello di realizzare produzioni a bassissimo costo, coinvolgendo le popolazioni delle zone interne del paese. In questo contesto ha realizzato insieme alla popolazione di Timbío il lungometraggio 'Via Crucis'.
Editor e regista di tre cortometraggi e due telefilm, tra cui Instrucciones para quebrar a un faltón (Selezione ufficiale al festival Alucine Canadà nel 2007). Altre sue recenti realizzazioni: Tango e vita, il tango della vita (2010) e Lost Wolves (2011). Come sceneggiatore ha firmato una decina di lungometraggi, uno dei quali (Palomo, la leggenda di un cavallo) premiato nel 2010 con una borsa del Ministero della Cultura della Colombia. E' tra i fondatori della casa di produzione "Comin Sun Films".
Come attore cinematografico e televisivo si è distinto in film come Perro come perro, Todos tus muertos e 180 segundos e in serie televisive come Escobar el patrón del mal nel ruolo di Gildardo González.  È autore di quattro romanzi di narrativa, tra cui L'ultimo combattimento del generale Bolívar trasposto in sceneggiatura e vincitore del primo festival di Villa de Leyva.

© 2017 Su Disterru ONLUS. Tutti i diritti riservati.